4°SALONE MEDITERRANEO DELLA RESPONSABILITÀ SOCIALE CONDIVISA



In questi giorni sono stata impegnata alla Camera di Commercio di Napoli in qualità di Social Media Manager per il 4° SALONE MEDITERRANEO DELLA RESPONSABILITÀ SOCIALE CONDIVISA, l'unico evento che promuove la diffusione nell’area euro-mediterranea di un modello di sviluppo competitivo, sostenibile ed inclusivo in ottica multi-stakeholder alla luce della Carta Europea della Responsabilità Sociale Condivisa e dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile promossi dall'Agenda 2030, ideato e promosso da Raffaella Papa Presidente dael'Associazione Spazio alla Responsabilità.




Tre giorni di convegni, seminari, dibattiti, premiazioni. Partendo da una analisi dei Programmi Operativi Nazionali 2014/2020, Spazio alla Responsabilità ne propone una rilettura in ottica di Responsabilità Sociale al fine di dare un quadro delle diverse misure ad oggi già previste a sostegno dell'economia virtuosa e nel contempo di dare evidenza di come la sua architettura strategica possa essere portata ad effettivo valore divenendo modello di governance per lo sviluppo intelligente, sostenibile, inclusivo nel lungo periodo.

Durante le tre giornate si sono tenuti dei convegni paralleli di approfondimento promossi dai diversi Partner dell’evento.

•16/06 | scenari, strategie e strumenti per la Responsabilità Sociale in Italia
•17/06 | scenari, strategie e strumenti per la Responsabilità Sociale in area EuroMed
•18/06 | CSR matching: i protagonisti si presentano - buone prassi e casi di successo per alimentare la rete delle organizzazioni responsabili



Affrontando i temi posti dalla strategia Europa 2020 per una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva, con particolare riferimento alle sfide legate alla Social Innovation e alla Digital Innovation (Industry 4.0), in ottica di responsabilità sociale, il programma dell’evento ha proposto una rilettura delle strategie e degli strumenti ad oggi previsti, in Italia nella prima giornata e nell’area Euro-mediterranea nella seconda, enfatizzando la  necessità  di  orientare  il  piano  della  discussione  verso  un  approccio  multi-stakeholder fondato sui valori della trasparenza e della legalità, della partecipazione e della condivisione, della competitività e della sostenibilità, della inclusione e coesione sociale per generare valore condiviso.



E' stata inoltre presentata La Carta di Napoli, manifesto di valori per l'EuroMed al Salone ideato da Raffaella Papa, "Un patto per coniugare buona impresa e pratiche responsabili, trasparenza e rating di legalità, condivisione e crescita sostenibile. Un manifesto valoriale e programmatico in base al quale far convergere impegni e risorse. Affrontare i temi posti dalla strategia Europa 2020 per una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva, con particolare riferimento alle sfide legate alla Social Innovation e alla Digital Innovation (Industry 4.0), in ottica di responsabilità sociale. E grande attenzione agli investimenti enormi previsti per i Pon legalità per il Mezzogiorno che ammontano a 377,6 milioni di euro", dichiara Raffaella Papa, presidente di Spazio alla responsabilità.



Tra i relatori del 4° Salone Mediterraneo della Responsabilità Sociale Condivisa Georges Dassis, presidente del Comitato economico e sociale europeo in apertura della seconda giornata che ha dichiarato: "Partiamo da Napoli per rilanciare un lavoro unitario per un percorso di crescita sostenibile che veda il Mediterraneo protagonista di un modello di sviluppo che tenga insieme le esigenze delle imprese, la loro responsabilità sociale insieme agli Stati nazionali e preservare le risorse del nostro pianeta, affrontando nei paesi più poveri la grande questione dei migranti e dei rifugiati. Per questo riteniamo che l'unione tra imprese, sindacati, associazioni sociali che noi rappresentiamo sarà determinante per nuove politiche dell'Unione europea. E a Casal di Principe i cittadini uniti hanno dimostrato la loro capacità di cambiamento. Un cambiamento che la Carta di Napoli qui lanciata sarà importante per il futuro del Mediterraneo".


Parole a cui ha fatto eco l'intervento del l'ambasciatore Sergio Piazzi, segretario generale dell'Assemblea dei Parlamentari del Mediterraneo che ha dichiarato "il sostegno dei parlamentari mediterranei alla Carta di Napoli come documento importante per ridisegnare il futuro prossimo dei paesi che si affacciano sul mare nostrum. Sfide importanti ci attendono e Napoli ha tutte le caratteristiche per essere un luogo strategico nella ridefinizione di un modello di sviluppo sostenibile che deve garantire impresa, lavoro concretamente". Scenari, strategie e strumenti determinanti per l'area EuroMed che ha visto tanti protagonisti internazionali "per creare una cultura della sostenibilità che superi caratteristiche meramente filantropiche ma che attivi processi veri per determinare una capacità di fare impresa responsabile", ha spiegato Raffaella Papa, presidente di Spazio alla Responsabilità che promuove il Salone.




Nella giornata conclusiva della manifestazione il 18 giugno dedicata alla campagna "Comunicare la Responsabilità, la Responsabilità di Comunicare", showbiz delle azioni e le buone prassi messe in campo da istituzioni, imprese ed associazioni.
Sono stati premiati alcuni esponenti mondo della comunicazione, per gli impegni profusi nella diffusione della cultura della responsabilità sul nostro territorio nelle categorie Informazione: il direttore del Tg2 Marcello Masi, Laura Valente per Casa Corriere e Pierluigi Razzano per la webradio dell'Università Federico II per il loro impegno nella responsabilità sociale condivisa; gli attori di Un posto al sole per la Categoria Produzione Televisiva e Stefano Cantini AD Pizzardi Editore per "I Cucciolotti" per la categoria Editoria per bambini.

La tre giorni si è conclusa con la proposta di costituzione del Mediterranean Social Responsibility Forum, una piattaforma di scambio, promozione e programmazione in piena coerenza con le indicazioni della Commissione Europea e del Comitato Economico e Sociale Europeo (CESE), che trova il suo fondamento nella Carta di Napoli.

















Anna Pernice
Anna Pernice

Marketing-Communication manager, blogger, giornalista e Digital Pr. Appassionata di moda, viaggi e nutrizione, è sempre alla ricerca delle ultime tendenze che racconta con senso critico. Ama viaggiare, scrivere, praticare sport, andare al cinema e a teatro. Adora la musica classica e ha una passione per le nuove tecnologie.

Nessun commento:

Posta un commento